I.T.I.S. "S. CANNIZZARO" - CATANIA

PROGRAMMA OPERATIVO NAZIONALE  “La Scuola per lo sviluppo”

Misura 1  Azione 1.1h

Promozione e diffusione della cultura ambientale

Progetto Helianthus II

 

Modulo 9

 Rifiuti = Risorse

CONTRATTO FORMATIVO

TITOLO I

Principi generali

art.1            Il presente contratto definisce l’insieme giuridico che disciplina il funzionamento del Modulo e i diritti/doveri degli operatori e degli allievi partecipanti nei confronti dell’Istituto Tecnico Industriale Statale attuatore “S. Cannizzaro” di Catania.

art.2            L’Istituto promuove la propria azione, nel rispetto delle tradizioni civili e democratiche, a salvaguardia della persona umana e delle sue differenze fisico-culturali, sociali e religiose.

art.3            L’Istituto rivolge la propria iniziativa allo sviluppo della personalità degli allievi, al loro senso di responsabilità e alla loro autonomia, garantendo libertà di pensiero, di espressione, di coscienza e di religione.

art.4            L’Istituto mira al raggiungimento di obiettivi culturali e professionali adeguati alle richieste del mercato del lavoro per consentire l’inserimento degli studenti nella vita attiva.

art.5            L’Istituto promuove la solidarietà tra gli allievi  e tutela il loro diritto alla riservatezza.

 

TITOLO II

Diritti degli allievi

art.6            Gli allievi hanno diritto ad una formazione culturale e professionale che valorizzi le potenzialità e le capacità individuali nel pieno rispetto della personalità di ciascuno.

art.7            Gli allievi hanno diritto di essere informati sulla normativa che disciplina la conduzione del corso.

art.8            Gli allievi possono partecipare attivamente al dialogo educativo e proporre liberamente iniziative didattiche che accrescano o rafforzino il valore degli interventi formativi

art.9            Gli allievi devono essere tutelati nei confronti della loro riservatezza e del loro contesto socio-culturale, etnico-religioso di appartenenza.

art.10        L’Istituto garantisce agli allievi un servizio educativo-didattico di qualità, la sicurezza e la salubrità degli ambienti, anche in presenza di eventuali handicap, il diritto di riunione, previa autorizzazione della Presidenza,  al fine di arricchire, con tematiche integrative, l’esperienza culturale offerta dal programma didattico.

art.11        Gli allievi hanno diritto a ricevere una valutazione obiettiva, trasparente nei criteri e nella forma, nei tempi e nei modi, volta ad attivare un processo di autovalutazione che lo conduca ad individuare i propri punti di forza e di debolezza e a migliorare il proprio rendimento.


 

Doveri degli allievi

art.12         

                 Gli allievi sono obbligati ad attenersi scrupolosamente a quanto previsto dal presente contratto di cui prenderanno visione e che sarà da essi sottoscritto.

                 L'inosservanza delle norme del presente contratto comporta l'eventuale richiamo (verbale o scritto) e/o la conseguente espulsione dal corso a discrezione dell'Istituto organizzatore.

                 I provvedimenti disciplinari hanno finalità educativa, tendono al rafforzamento del senso di responsabilità ed al ripristino di rapporti corretti all'interno del corso e sono ispirate, per quanto possibile, al principio della riparazione del danno.

                 La responsabilità disciplinare è personale. Nessuno può essere sottoposto a sanzioni disciplinari senza essere stato prima invitato ad esporre le proprie ragioni. Nessuna infrazione disciplinare connessa al comportamento può influire sulla valutazione del profitto.

                 In nessun caso può essere sanzionata, nè direttamente nè indirettamente, la libera espressione di opinioni correttamente manifestata e non lesiva dell'altrui personalità.

art.13         

                 Gli allievi sono tenuti a frequentare regolarmente il corso e ad assolvere con diligenza ed assiduità agli impegni presi.

                 Non sono ammesse assenze se non nella misura massima del 25 % delle ore previste nel progetto e comunque per non più di tre assenze consecutive e non giustificate, che saranno considerate rinuncia o abbandono dal progetto, tranne che nei casi debitamente giustificati.

                 Non saranno ammessi ritardi e permessi di uscita durante le ore corsuali se non per eccezionali e giustificati motivi e con l’autorizzazione del tutor o del docente formatore; ritardi e permessi non possono superare comunque le tre ore giornaliere e non devono avere il carattere della ripetitività.

art.14        La persona di riferimento per il corsista è il tutor

art.15        Gli allievi dovranno riconoscere il massimo rispetto al Dirigente dell’Istituto, al responsabile didattico, ai docenti e agli altri allievi; essi non dovranno, in ogni caso, tenere comportamenti che possano ledere il buon nome dell'Istituto organizzatore o pregiudicare l'andamento dell’attività corsuale.

art.16        Gli allievi sono tenuti ad osservare le disposizioni organizzative e di sicurezza dettate dai regolamenti dell'Istituto..

art.17        Gli allievi sono tenuti ad utilizzare correttamente le strutture, le apparecchiature, i sussidi didattici e a comportarsi in modo da non arrecare danni al patrimonio dell’Istituto, nel qual caso l’alunno, responsabile di danni all'aula, alle strumentazioni, ai sussidi didattici o alle aziende, dove si effettueranno visite guidate, è tenuto al loro completo risarcimento.


 

TITOLO III

Disciplina delle attività

art.18        Il corso è rivolto a 20 allievi ed è finalizzato alla realizzazione della seguente azione formativa:        

Promozione e diffusione della cultura ambientale

art.19        La durata delle attività prevista dal corso è di 50 ore.

art.20        Le attività corsuali si svolgeranno presso la sede dell'Istituto "S. Cannizzaro" via  Carlo Pisacane, 1 – Catania..

art.21        Il corso prevede l'erogazione dei seguenti servizi:

·   docenza

·   Attività laboratoriale ( produzione e analisi compost, produzione CD)

·   materiale didattico, collettivo ed individuale;

·   visite aziendali

·   incontri con Istituzioni e Associazioni ambientaliste

 

Disposizioni finali

art.22        Del presente contratto è fornita copia ai corsisti all'atto dell'iscrizione.

art.23        Il dirigente dell'amministrazione scolastica decide in via definitiva sui reclami proposti dai corsisti o da chiunque vi abbia interesse, contro le violazioni del presente contratto. La decisione è assunta previo parere vincolante del comitato di progetto e dal responsabile del corso.

art.24        L'autorità competente per dirimere qualsiasi controversia è costituita dal Dirigente scolastico.

 

 

Per espressa accettazione del presente contratto formativo

 

COGNOME

NOME

firma

1

Catalano

Vittoria

 

2

Catania

Corrado

 

3

Coco

Fabrizio

 

4

Costanzo

Gaetana

 

5

Esposito

Domenica

 

6

Faro

Andrea

 

7

La Magna

Salvatore

 

8

Leanza

Vito

 

9

Licciardello

Vincenza

 

10

Marraffino

Manuela

 

11

Masotta

Maria

 

12

Pandetta

Carmelo

 

13

Principato

Mirko

 

14

Privitera

Santo

 

15

Questorino

Graziana

 

16

Ranno

Salvatore

 

17

Santonocito

Maria

 

18

Sicurella

Fabio

 

19

Spadola

Marco

 

20

Starrantino

Salvatore

 

 

Coordinatrice progetto Helianthus II

Prof.ssa Angela Percolla