“Dalla questione ambiente ai problemi dell’ambiente”

Scuole a confronto

 

Martedì 1 Marzo alle ore 15.00 si è svolto , presso l’aula magna dell’Istituto comprensivo Andrea Doria un incontro, presieduto dal Preside Santonocito, tra gli allievi e l’assessore all’ambiente del Comune di Catania Orazio D’Antone.

Erano presenti oltre agli allievi della scuola Media ed Elementare Andrea Doria, gli allievi del Liceo Artistico di Catania e la classe VB Chimica dell’ITI Cannizzaro accompagnati dai rispettivi docenti  I.Belfiore, M.Scollo, A.Percolla, coordinatrice del progetto.

Il progetto, rivolto ad un’ampia rete di scuole, e coordinato dal Preside S.Indelicato dell’ITI Cannizzaro di Catania,è stato sicuramente un’occasione di confronto e ricerca comune per una scuola migliore , capace di dare il suo contributo per una società ambientalmente e socialmente sostenibile.

Il progetto Helianthus II, partendo dalla convinzione che sia necessario educare i giovani alla corretta conoscenza dell'ambiente, in conformità con le direttive comunitarie e la normativa nazionale, ha effettuato un’attività di informazione e formazione rivolta agli studenti ed ai docenti su alcune delle più attuali tematiche ambientali.

Gli allievi del Liceo Artistico e della Scuola Media Andrea Doria hanno posto interessanti domande sul recupero e sulla valorizzazione di quartieri quali la Civita e S.Cristoforo, mentre gli allievi del Cannizzaro hanno lamentato il forte ritardo del Comune di Catania nell’attuazione di una politica di raccolta differenziata e quindi di gestione integrata dei rifiuti.

L’assessore D’Antone ha ribadito la valenza artistica e culturale dei due popolari quartieri citati ed ha illustrato a tutti i partecipanti il Programma Integrato di Intervento “San Cristoforo Sud” che prevede il recupero di aree sottoutilizzate o caratterizzate dalla presenza di edilizia degradata, pericolante o effimera.

Il programma oltre alla riqualificazione architettonica urbanistica ed ambientale del quartiere mira al miglioramento della qualità della vita e alla creazione di opportunità di crescita sociale per gli abitanti, a cominciare dal recupero dell’identità tradizionale del quartiere ed in particolar modo dei “saperi artigianali” che rappresentano una risorsa tanto culturale , quanto economica ed occupazionale.

I docenti hanno ribadito l’importanza del rapporto tra sistema formativo e territorio.

A Catania molte strade della città continuano ad essere sporche, le aree verdi sono poche, i marciapiedi sono posteggi per le auto e i rifiuti spesso traboccano dai cassonetti. In questo contesto si colloca l’intervento della scuola che vuole sollecitare e mobilitare le coscienze attraverso l’informazione e la sensibilizzazione verso le problematiche ambientali.