Notizie dall'ASAS
Data: Giovedì, 01 dicembre 2005 ore 21:39:02 CET
Argomento: News


Notizie dalla ASSOCIAZIONE DELLE SCUOLE AUTONOME DELLA SICILIA 62 – GIORNALe-mail

ASSOCIAZIONE DELLE SCUOLE AUTONOME DELLA SICILIA aderente alla FNASA Federazione Nazionale delle Associazioni Scuole Autonome Cod. fisc. 97181950821 Sede: c/o ITIS A. Volta, Passaggio dei Picciotti 1, 90123 Palermo Sito: asasicilia.altervista.org. Tel. 091 6494211 – 091 6494216- fax 091 474126 - e-mail asasicilia@libero.it 62 – GIORNALe-mail - gi 01 di 05 AL DIRIGENTE SCOLASTICO AL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO D’ISTITUTO AL VICARIO ALL’ALBO A) ISTITUTI LEGALMENTE RICONOSCIUTI: L’Istituto Tecnico Industriale Pitagora di Palermo, legalmente riconosciuto, ha avuto autorizzato l’indirizzo “Informatica” e pubblicizza di poter rilasciare diplomi in un anno o 18 mesi (e la legge?) e garantisce il 100/100 di promossi. E’ chiedere troppo che un ispettore dell’USRS o dell’Assessorato Regionale vada a verificare l’esistenza di un laboratorio di Matematica-Informatica, uno di ricerca operativa, uno di elettronica e telecomunicazioni, uno di informatica, uno di sistemi di elaborazioni, una palestra? (laboratori previsti dalla legge per poter ottenere tale indirizzo). E’ possibile ottenere che queste scuole vengano sottoposte agli stessi controlli ai quali sono sottoposte le scuole statali? B) INDAGINE DEMOS-COOP: La ricerca, pubblicata da Luigi Ceccarini su REPUBBLICA, afferma che l’81% degli italiani è favorevole alla videosorveglianza, l’88% teme la distruzione dell’ambiente, l’80% teme lo scoppio di nuove guerre, il 67% ha paura di rimanere disoccupato o di non percepire la pensione. Per fortuna gli italiani ribadiscono anche il ruolo dell’educazione dei giovani ai valori della convivenza e del rispetto (46%) e il 36% chiede la rimozione delle cause sociali della criminalità, della povertà, dell’emarginazione. C) FALLIMENTO DELLO SCIOPERO SINDACALE DEL 25 NOVEMBRE?: Secondo i dati in nostro possesso, relativi a un campione del 17% delle scuole associate, lo sciopero di un’ora è stato effettuato dal 3,5% dei dirigenti, dal 7,3% dei docenti, dal 4,1% del personale ATA. Lo sciopero dell’intera giornata è stato effettuato dall’1,1% dei dirigenti, dal 13,9% dei docenti, dal 4,8% del personale ATA. Se questi dati dovessero essere confermati, saremmo di fronte al più grave fallimento dei sindacati confederali e COBAS dal dopoguerra per uno sciopero generale. Attendiamo i dati ufficiali sullo sciopero dalla Direzione Generale dell’USRS, ma se le cifre fossero queste bisognerebbe avviare una profonda discussione sulla natura estremista e conflittuale dei sindacati nella scuola statale e sul loro grado di rappresentatività del personale. D) ENNA: SENTENZA A FAVORE DEL PRESIDE. Il 17 settembre 2005 venti presidi di Enna pubblicavano un documento in cui esprimevano la loro solidarietà al collega Antonino Scarcione, sollevato dall’incarico dal Direttore Generale dell’USRS. Il preside Scarcione è molto stimato ed era reduce da un forte conflitto con un docente. Con ordinanza del 4/11/05 il Giudice Monocratico di Enna ha ordinato all’amministrazione di reintegrare il dirigente ricorrente non riscontrando valide motivazioni nel provvedimento del Direttore Generale. E) UNA TANTUM: PROTOCOLLO DEL 28/11/05: Grande vittoria nella trattativa con l’assessorato Regionale! È stato firmato il protocollo che prevede che il personale della scuola sia compensato per il lavoro di istruzione delle pratiche UNA TANTUM e delle borse di studio. Delle risorse assegnate, al DS andrà il 6%, al DSGA il 4%, al personale interessato il 90%. Le somme arriveranno alle scuole entro 45 giorni dal termine di presentazione delle istanze. Ora bisognerà battersi perché la Regione diventi un ente efficiente e questo è forse ancora più complesso. F)COLLABORATORI SCOLASTICI E DIRIGENTE CSA: con lettera del 26/10/05 il dirigente del CSA di Palermo scrive ai dirigenti scolastici: “Le SS.LL. sono pregate di ritirare gli eventuali provvedimenti di recupero di somme per prestazioni lavorative non rese dal personale transitato ex art. 8 l. 124/99”. Ci permettiamo di non essere d’accordo con tale indicazione per i seguenti motivi: 1. le sentenze dei giudici non sono retroattive; 2. il dirigente del SCA non prega i DS, ma impone precise istruzioni, se ne ha la delega, assumendosi la responsabilità del provvedimento e non facendola assumere agli altri; 3. le trattenute furono effettuate sotto indicazione della Direzione Generale; 4. le sentenze riconoscono il diritto dei ricorrenti a rientrare negli EE.LL., ma non dicono che i ricorrenti avevano il diritto a non effettuare le pulizie. G) Firmato in data 29.11.2005 il rinnovo del contratto dei dirigenti scolastici. Quasi al termine del quadriennio di riferimento, dopo un lungo e tortuoso processo di sollecitazione politica ed infine di confronto negoziale, si sono chiusi i due contratti dell'Area V: quello normativo per il quadriennio 2002-2005 (comprensivo anche del primo biennio economico 2002-2003) e quello solo economico del secondo biennio (2004-2005). Il testo dell'intesa è stato sottoscritto da tutte le organizzazioni sindacali presenti al tavolo. H) L’ASSEMBLEA ANNUALE: E’ importante la partecipazione dei Dirigenti scolastici all’assemblea che si terrà a Palazzo dei Normanni a Palermo il 9 dicembre. É importante mandare almeno un delegato. Si discuterà dello stato di salute della scuola statale, del federalismo che avanza e che ci trova impreparati. Si deciderà del futuro dell’associazione perché una rete di scuole ha un senso se ci si crede, altrimenti è meglio chiudere. Quindi spedite l’adesione!!!!! Cettina Guagenti, Salvo Indelicato, Roberto Tripodi





Questo Articolo proviene da Istituto Tecnico Industriale "S.Cannizzaro" di Catania
http://www.cannizzaroct.it

L'URL per questa storia è:
http://www.cannizzaroct.it/modules.php?name=News&file=article&sid=619